Autunno a Villa Pisani

veduta-villa-pisani-stra-fi

Oltre al bellissimo labrinto verde, Villa Pisani è uno splendido esempio di giardino all’italiana e passeggiarci in una soleggiata giornata d’autunno è una vera gioia!  Pensavo di passarci un’ora o poco più ed invece mi sono trovata catapultata in un passato solo letto nei libri ma che in questo giardino si respira ancora in tutto il suo fascino e la sua atmosfera.

Il giardino ci offre due visioni del mondo diverse: Settecento a destra della villa ed Ottocento a sinistra… un vero viaggio attraverso due secoli con visioni del mondo diverse, con sentimenti ed ideali diversi che si mescolano nell’animo umano.

Ad ovest  troviamo una zona boscosa più selvaggia con grandi sentieri che sfociano in grandiose entrate secondarie e sentieri più piccoli per perdersi in passeggiate meditative, con scorci e vedute tipiche dei giardini romantici dell’ Ottocento.

All’interno di questi percorsi appaiono all’improvviso tra gli alberi, come piccoli tesori,  un piccolo gazebo decorato, dove si immaginano uomini e donne romantici a leggere e parlare, ed una collinetta artificiale usata come ghiacciaia per gli aristocratici ottocenteschi, attorniata da piccoli sentieri e da statue simboliche.

La zona ad est  invece è più organizzata. Ci troviamo una Orangerie davvero notevole: in passato una vera miniera di agrumi commercializzati in tutta Europa ed ora una spendida raccolta di piante rare.

Sempre in quest’area troneggiano una settecentesca esedra-belvedere ed una sofisticata Coffee House che, sopra una collinetta con funzione di ghiacciaia, consente una meravigliosa vista di tutto il parco filtrato da grandi vetrate.

All’interno del parco c’è anche un piccolo ma grazioso caffè che invita a sedersi ed assaporare tanta bellezza.

Da visitare!!!

Annunci

Orto in campeggio

Favolosa questa idea trovata al campeggio Cà Savio di Jesolo!

Pallets riutilizzati per creare un orto: di facile installazione, di aiuto per evitare le infestanti, leggermente sollevati per aiutare nel lavoro… e perchè no: anche decorativi!

Aggiungendo i tubi per la microirrigazione anche chi ha poco tempo potrà godersi dei prodotti veramente a Kilometro 0.

L’orto

orto-montagna SDC12040

Gli orti possono avere le più diverse dimensioni e collocazioni: da alcuni vasi sul balcone o su un terrazzo fino a veri e propri spazi recintati nel proprio giardino.

Un’attenta analisi dello spazio a disposizione e un progetto accurato portano a una buona riuscita dell’orto.

Importanti elementi sono la valutazione sull’orientamento, l’analisi del suolo a disposizione, un’attenta progettazione dei percorsi di accesso, ma l’aggiunta di bordure o spazi per i fiori, pergolati, muretti e altri accorgimenti rendono l’orto un elemento decorativo oltre che produttivo.

Alla concreta risorsa del poter produrre verdure secondi i propri criteri e le proprie esigenze, la cura di un orto aggiunge i benefici dovuti al recupero del rapporto con la natura, all’esercizio fisico, al recupero dell’economia locale.

Sempre più importanza è data alla Horticultural Therapy che favorendo il rilassamento mentale, stimola tatto, olfatto e vista, allentando lo stress e portando la mente a una modalità quasi meditativa. Seguire i ritmi stagionali delle piante, riprendere contatto con la terra porta a un benessere notevole, abbellire un giardino sollecita creatività e immaginazione rafforzando fiducia ed autostima. Tali benefici uniti al vantaggio del miglioramento estetico porta molti comuni a introdurre il sistema degli orti urbani nei propri parchi ritenendolo, oltre che un abbattimento dei costi di manutenzione del verde, un vantaggio sociale a tutti i livelli.